Accordi sui prezzi da parte dei principali costruttori di autocarri

Qualora abbiate acquistato o preso in leasing autocarri pesanti o medio-pesanti tra il 1997 e il 2011 potreste avere diritto ad essere risarciti del danno causato dal cartello degli autocarri.

Il 19 luglio 2016 la Commissione europea (“Commissione”), infatti, ha comminato una sanzione nei confronti dei 5 maggiori costruttori di autocarri. Daimler, Volvo/Renault, Iveco, MAN e DAF (“Cartellisti”) sono stati ritenuti responsabili per aver creato, tra il 1997 e il 2011, tramite accordi illegali, un cartello avente ad oggetto i prezzi di vendita degli autocarri pesanti e medio-pesanti.

Le indagini della Commissione nei confronti di Scania, altro produttore di autocarri, sono attualmente ancora in corso.

Together we will succeed: our coalition against the truck cartel.

Did you purchase or lease medium or heavy trucks from the truck cartel between 1997 and 2011? Then you most likely paid too much.

Based on a study commissioned by the European Commission some time ago, on average, international cartels resulted in damages in the amount of 20% of the purchase price. The exact damages must be determined by a recognised and reputable competition economist.

The truck cartel could also have led to higher prices for the period after 2011 as well as for trucks from manufacturers not involved in the cartel. This is already being examined by the competition economists commissioned by us.

Diritto ad ottenere il risarcimento del danno

Con l’aiuto di una combinazione vincente, composta da infrastrutture informatiche intelligenti, riconosciuti economisti specializzati in materia di concorrenza e lo studio legale Hausfeld, specializzato in azioni di risarcimento danni antitrust.

Coloro che, tra il 1997 e il 2011, hanno acquistato o preso in leasing autocarri medio-pesanti e pesanti presso i costruttori di autocarri sopra citati, potrebbero avere diritto ad essere risarciti per aver pagato prezzi più elevati a causa del cartello. Le aziende interessate potranno registrarsi presso financialright e richiedere maggiori informazioni su come azionare le proprie pretese.

Collaboriamo con economisti esperti che ci aiutano a quantificare i danni provocati dal cartello degli autocarri alle imprese che intendessero far valere le proprie pretese.


Perché registrarsi a financialright:

Nessun rischio di costo

Lavoriamo in base al principio “nessun pagamento senza vittoria”: nessun costo sarà dovuto ove l’azione non abbia successo.


Esperti di concorrenza

Collaboriamo con Hausfeld, studio legale specializzato, in Europa e negli Stati Uniti, nel settore del risarcimento danni antitrust. Ci avvaliamo inoltre del supporto del Prof. Roman Inderst e del suo team di economisti specializzati in materia di concorrenza.


Gestione delle vostre azioni

Eseguiamo simultaneamente le posizioni di un gruppo di ricorrenti. Ci occupiamo di gestire per voi l’intera procedura: dalla raccolta di informazioni alla richiesta di una perizia fino all’esperimento dell’azione legale volta all’ottenimento del risarcimento del danno.


Nessun rischio di costo

Lavoriamo in base al principio “nessun pagamento senza vittoria”: nessun costo sarà dovuto ove l’azione non abbia successo.

Esperti di concorrenza

Collaboriamo con Hausfeld, studio legale specializzato, in Europa e negli Stati Uniti, nel settore del risarcimento danni antitrust. Ci avvaliamo inoltre del supporto del Prof. Roman Inderst e del suo team di economisti specializzati in materia di concorrenza.

Gestione delle vostre azioni

Eseguiamo simultaneamente le posizioni di un gruppo di ricorrenti. Ci occupiamo di gestire per voi l’intera procedura: dalla raccolta di informazioni alla richiesta di una perizia fino all’esperimento dell’azione legale volta all’ottenimento del risarcimento del danno.

Il nostro team e la nostra esperienza

Rinomati avvocati esperti in materia di concorrenza:

Hausfeld è uno degli studi legali maggiormente competenti in Europa e negli Stati Uniti per la gestione, nell’interesse dei soggetti danneggiati, delle questioni relative alle procedure inerenti il risarcimento dei danni causati dai cartelli. Anche in Germania Hausfeld offrirà le proprie competenze in materia di trattative e processi contro il cartello degli autocarri.


hausfeldt-logo

Con tecnologia informatica intelligente:

Ogni autocarro viene analizzato individualmente, per cui ci ritroveremo con una quantità enorme di dati. Per analizzarli saranno necessari esperti informatici. financialright è specializzata in tali procedure di massa complesse.

financialright

Con riconosciuti economisti della concorrenza:

Nel procedimento contro il cartello degli autocarri potremo contare sul contributo del Prof. Roman Inderst, uno degli economisti maggiormenete rinomati in Germania in materia di concorrenza.

Avete delle domande?

financialright claims GmbH
Königsallee 106
40215 Düsseldorf
Phone: +49 (0) 211 972602-00

Contattateci tramite e-mail

Registrazione

Per rivolgervi a noi, vi preghiamo di utilizzare il seguente modulo di registrazione.

Registrazione

FAQ

L’attuazione delle pretese di risarcimento danni contro un cartello è un processo estremamente complicato e dispendioso, sia in termini di tempo che di costi. Sebbene siano molti gli studi legali e gli economisti che nel tempo si sono occupati del tema, un approccio di successo richiede il supporto di avvocati ed economisti specializzati in materia di concorrenza che dispongano di notevole esperienza e ottima reputazione in questo campo. Anche qui, come in tutti i settori, la qualità costa. Inoltre, l’azione di risarcimento danni contro i cartellisti comporta rischi derivanti dai costi; i costi per le spese processuali sono da anticipare e nel caso di soccombenza in giudizio, oltre alle spese processuali, devono essere sostenuti anche i costi legali della controparte, ossia dai cartellisti. Considerati tali costi, un’azione viene spesso ritenuta economicamente valida solo se il valore del credito azionato è nell’ordine di milioni di Euro. Normalmente i singoli acquirenti di autocarri non raggiungono tali importi. L’aggregazione e la gestione unitaria delle vostre pretese tramite noi consente, dunque, a molti acquirenti di autocarri di azionare le proprie pretese risarcitorie essendo noi a sostenere tutti i costi ed a sopportarne i relativi rischi. In caso di successo, le somme ottenute saranno versate ai nostri clienti, al netto di una percentuale costituita dal nostro guadagno.
Vi sono valide argomentazioni per ritenere che la legge tedesca trovi applicazione ai danni causati dal cartello. Secondo l’ordinamento giuridico tedesco il termine di prescrizione è di tre anni, termine che prossimamente verrà prolungato a cinque anni. Ciò significa che, in base all’ordinamento giuridico tedesco, le pretese di risarcimento danni si prescriveranno alla fine del 2019 e, nel caso in cui venisse approvato l’emendamento di legge menzionato, il termine verrà a scadere alla fine del 2021. Tuttavia, esiste l’alto rischio che determinate pretese di risarcimento per danni subiti prima del 2002 possano prescriversi già nel dicembre 2017. I nostri avvocati terranno ovviamente in considerazione anche le regole di prescrizione vigenti negli altri ordinamenti giuridici europei. In ogni caso, dato che già solo l’elaborazione della perizia da parte degli esperti potrebbe richiedere qualche mese, vi raccomandiamo di non esitare a proporre la relativa azione contro il cartello degli autocarri partecipando tempestivamente alla nostra iniziativa.
Al momento, purtroppo, non possiamo prendere in considerazione eventuali pretese di risarcimento danni relative all’acquisto di autocarri usati.
È necessario il parere di un economista specializzato in materia di concorrenza per poter valutare se e per quale importo è sorto un danno. Sulla base dell’esperienza fino ad oggi acquisita con altri cartelli, una prima prudente valutazione del potenziale danno potrebbe ammontare a circa il 10-20% del prezzo di acquisto totale o delle rate di leasing corrisposte; tuttavia, risulterà necessaria una valutazione più precisa previa analisi specifica di ciascun caso. Inoltre, sulle pretese risarcitorie, secondo l’ordinamento giuridico tedesco, maturano interessi, per cui, oltre al danno vero e proprio, il danneggiato avrà diritto ad ulteriori importi a titolo di interessi maturati. Pertanto, risulterà particolarmente rilevante la data di acquisto dell’autocarro.
Ovviamente chiunque acquisti o prenda in leasing un autocarro può cercare di trovare una soluzione transattiva con il costruttore degli autocarri. Tale procedura normalmente si rivela inefficace. Al momento, i costruttori di autocarri non si mostrano aperti a trattative o, al massimo, offrono sconti su futuri acquisti o noleggi di ulteriori autocarri. Tali condizioni, presumibilmente migliori, sono chiaramente inferiori dal punto di vista economico rispetto al danno subito dagli acquirenti che, sulla base di una valutazione di massima potrebbe ammontare a circa il 15-20% del prezzo di vendita, interessi inclusi.
Sostanzaialmente possono avanzare pretese di risarcimento danni coloro che tra il 1997 e il 2011 hanno acquistato o preso in leasing un autocarro a partire da 6 tonnellate presso i cartellisti. Inoltre, potrebbe essere possibile avanzare pretese di risarcimento anche per autocarri acquistati o presi in leasing dopo il 2011, o per autocarri acquistati o presi in leasing da soggetti non coinvolti nel cartello. Inoltre, sarà possibile avanzare pretese di risarcimento danni anche contro Scania e altri costruttori di autocarri a causa dei prezzi eccessivi, a prescindere dal fatto che Scania o eventuali altri costruttori abbiano o meno partecipato al cartello.
Sì, possiamo azionare anche tali pretese a condizione che non si tratti di un autocarro noleggiato da poco tempo.
Successivamente alla cessione sulla base del modello financialright, effettuata una analisi dai nostri avvocati e dai nostri economisti, decideremo se e a quali condizioni sia opportuno raggiungere un accordo con i costruttori degli autocarri. Dato che saremmo noi a sostenere direttamente i costi derivanti da una trattativa o da un’azione legale, anche noi, come voi, abbiamo un forte interesse a conseguire un risultato positivo.

Chi è financialright

We have a strong track record of successfully bring you on equal terms with the big corporations and put their right through. With the help of our intelligent IT, we have evaluated and enforced thousands of cases against banks in connection with prohibited credit processing fees. With our brand myRight, we are leading one of the biggest lawsuits against Volkswagen in Europe because of the diesel scandal. In doing so, we always work with leading attorneys and courts of law to ensure the best possible legal enforcement. Our team of lawyers, software developers and database experts puts the right for our customers to a new quality level – comfortable, professional and without risk.

Vi mettiamo sullo stesso piano delle grandi aziende e facciamo valere i vostri diritti. La nostra comprovata esperienza è ineguagliabile. Con l’aiuto di sistemi informatici intelligenti, abbiamo già valutato ed eseguito migliaia di casi contro banche in relazione alla applicazione di tassi illegittimi nella gestione del credito. Con il nostro marchio myRight stiamo portando avanti in Europa uno dei più grandi procedimenti contro Volkswagen per lo scandalo diesel. Lavoriamo sempre con i più rinomati avvocati e periti, anche dinanzi ai tribunali, per assicurare la migliore esecuzione legale delle vostre pretese. Il nostro team composto da giuristi, sviluppatori di software ed esperti di banche dati, mette a disposizione dei nostri clienti un nuovo livello di qualità: facile, professionale e senza rischi.
financialright è stata fondata nel 2014 da Sven Bode. Tempo prima Sven Bode ha fondato flightright insieme a Philipp Kadelbach, leader del mercato conosciuto da TV e stampa, impegnato nella gestione dei diritti dei passeggeri aerei. Sino ad oggi più di mezzo milione di persone in tutta Europa sono riuscite a far valere i propri diritti grazie al suo supporto.